Immagine

La Cina taglia il valore dello yuan. Borse europee deboli in apertura – La Stampa

Stavolta per le Borse in calo in quasi tutto il mondo non si può dare la colpa alla Cina, semmai alla Corea del Nord.

Oggi Pechino ha deciso un’altra mossa di rilancio economico svalutando la sua moneta, lo yuan, e così le sue Borse hanno chiuso in rialzo (Shanghai +2,25% e Shenzen +2,61%) recuperando qualcosa rispetto al tonfo di lunedì.

Il fixing della Banca popolare cinese è stato registrato a 6,6915 yuan per dollaro, il livello più basso dall’ultimo trimestre del 2010, il 2,1% più basso del livello di 6.5506 per dollaro fissato per lo yuan onshore.

Segno negativo per tutti i titoli del listino principale, ad eccezione di Ferrari, giunta al suo terzo giorno di contrattazioni a Piazza Affari: ha chiuso in positivo (+0,02% a 44,6 euro per azione) mentre la controllante Fca è arretrata del 5,20%.

vai

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...