Molinari mostra i denti e annuncia battaglia: «L’Open a Torino? Voglio vincere in casa mia»

Francesco «Chicco» Molinari ha compiuto 26 anni sabato scorso 8 novembre. E, quasi in concomitanza con il giorno di festa, diciamo poco prima, ha concluso in maniera lodevole la sua quarta stagione da professionista del «green». Il numero 1 del golf italiano, 20° al Volvo Masters di Valderrama in Spagna – gara di chiusura del Tour europeo 2008 – nel lotto dei migliori 60 ammessi e 24° nell’ordine di merito continentale, che include oltre 300 giocatori, ha messo in banca un’annata (la sua record) da circa 880.000 euro.Parlandone con lui, Francesco osserva che «i soldi fanno comodo e classifica, non c’è dubbio. Ma il mio 2008 europeo mi soddisfa in particolare perché mi sono migliorato in tutte le aree di gioco. Secondo in Germania, terzo in Cina, quarto in Galles, mi è mancato, questo sì, l’acuto della vittoria». E infatti il suo solo successo (per ora) è legato all’Open d’Italia di tre anni fa a Tolcinasco. Poi si piazzò terzo. Quest’anno, sempre a maggio, ha pagato il taglio. Amara la sua dichiarazione di allora: «Nel golf può succedere, pure se non è bello. Forse ho saldato qualche debito alla fortuna che, anche nel mio mondo, a volte può essere decisiva».L’icona del nostro golf moderno è ferma all’immagine di Costantino Rocca, il più grande di sempre, all’ombra del quale sono fiorite certe forti promesse: la prima, quella di Emanuele Canonica, soltanto in parte mantenuta, stando ai fatti.

Fonte: http://www.ilgiornale.it/a.pic1?ID=305237

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...