Daniele Vicari: «I miei attori in un duello straordinario» – Cinema

Giovinezza e maturità, bene e male, amicizia e tradimenti: «Ho visto i miei attori in un duello spettacolare» racconta Daniele Vicari, reatino, esordiente sei anni fa con Valerio Mastandrea, apprezzato documentario, adesso pronto per un’altra storia di fiction con «più ambizioni nello spingermi oltre». La storia dei due amici che formando un sodalizio così carico di coraggio e spavalderia richiedeva due attori con la giusta alchimia. Li hai ritrovati in Elio Germano e Michele Riondino?Quando li ho visti alla prima lettura della sceneggiatura mi sono reso conto in maniera più precisa che tipo di film avrei fatto. Il rapporto tra i due personaggi diventa così viscerale che quasi si confondono e gli attori dovevano avere una grande capacità di compenetrazione. Una sfida che poteva essere una sorta di gioco e una possibilità espressiva di somigliarsi, arrivare quasi ad essere la stessa persona.Cosa hai pensato al primo incontro? Guardando la prima volta assieme Elio Germano e Michele Riondino che provavano una scena, e poco prima si erano conosciuti venendo da posti ed esperienze diverse ho pensato: ecco cosa sono Giorgio e Francesco, due ragazzi che se la vogliono godere.È un film di confini che si travalicano: dalla giovinezza all’età adulta, dall’amicizia allo scontro, dal bene al male. Aleggia un’aria di pericolosità che hai tradotto in immagini ambigue, uno stile sfuggente.

Fonte: http://www.unita.it/view.asp?IDcontent=80545

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...