Clooney, Pitt e i Coen: Venezia cala gli assi – Cinema

Partenza, si ride. O meglio, ci si fa beffa della stupidità umana, di quanta confusione regna sotto questo cielo. Inaugurazione per una volta brillante per la Mostra di Venezia, 65ma edizione, che si apre ufficialmente con la spy story da idioti dei fratelli Coen, Burn after reading, proiettato in anteprima mondiale e fuori concorso. In serata la passerella con parata di star, in mattinata film riservato alla stampa. Che ha apprezzato. Subito prima un corto di Manoel De Oliveira, il maestro portoghese quasi centenario, che non conosce secche alla sua ispirazione: Il visibile dell’invisibile è un ritratto fulminante dell’incomunicabilità e dell’impazzimento collettivo. In 7 minuti due amici che s’incontrano per strada a San Paolo finiscono per parlarsi faccia a faccia usando i cellulari. Scritto prima di girare Non è un paese per vecchi, miglior film agli Oscar di quest’anno, con Burn after reading i Coen dimostrano ancora una volta l’assoluta padronanza nell’esplorare i generi. Loro stessi non si stupiscono, affermando che «le storie arrivano in modo casuale e così le proponiamo». Coppia di ferro sul lavoro, hanno conquistato Hollywood con film di cassetta e opere più complesse senza soluzioni di continuità. L’Oscar per l’apologo sulla malvagità senza scopo Non è un paese per vecchi, tratto dal romanzo di Cormac McCarty, ha solo certificato il loro spessore.

Fonte: http://www.unita.it/view.asp?IDcontent=78411

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...